Alchemist – Surfing like a maniac

Adam Agius è un tipo entusiasta, surfer prestato al mondo del metal capace di creare con “Tripsis” uno scenario apocalittico in bilico tra progressive, death, thrash ed elettronica. un miscuglio sonoro che pone i suoi Alchemist in quella zona del crepuscolo in cui si muovono Voivod e Strapping Young Lad.

Ti andrebbe di presentare la band?
Siamo australiani e abbiamo iniziato nel 1987 come tecno-thrash band, sperimentando la fusione di questo genere con la pischedelia anni 60 e la surf music, per ottenere un nostro stile musicale. Abbiamo realizzato il nostro primo disco nel 1993, abbiamo pubblicato in tutto 6 album e un ep.

Cosa puoi dirci a riguardo delle vostre precedenti uscite?
Abbiamo registrato nel ’93 “Jar of Kingdom” : secondo me il più strambo disco di metal estremo mai scritto. Nel ‘95 abbiamo pubblicato “Lunasphere”, iniziando così a maturare un nostro stile personale. Il passo successivo è stato “Spiritech” del ‘97, con il quale abbiamo continuato la nostra ricerca. Nel ‘98 è uscito l’ep “Eve of the war”, mentre nel 2000 “Organasm” il primo disco su Relapse. Questo è stato il nostro primo disco disponibile anche fuori dall’Australia. Poi è stato il turno di “Austral Alien” 2003. Nel 2005 abbiamo pubblicato “Embryonics”, una compilation che comprende i nostri album più vecchi, introvabili per i nostri fan europei e statunitensi. Infine nel 2007 abbiamo realizzato “Tripsis”.

Ti va di presentarci “Tripsis”?
“Tripsis” è il nostro album definitivo di Surf Thrash. Il suono ottenuto è quanto più pensante abbiamo mai realizzato.

Invece della produzione cosa puoi dirci?
L’abbiamo registrato noi stessi nelle nostre case. Il missaggio è durato 11 giorni ed è stato fatto presso i Back Beach Studios a Rye Victoria. A mio avviso è una gran produzione moderna di Heavy. Io l’adoro!

C’è un concept dietro le canzoni di “Tripsis”?
No, l’album è semplicemente una raccolta di canzoni. Preferisco questa formula a quella del concept.

Com’è stato accolto il disco?
Il feedback è stato veramente grande!

Il vostro suono mi ha ricordato gruppi quali Voivod e Strapping Young Lad…
Grandi!!! Io amo entrambe queste band, ti ringrazio.

Soddisfatto del lavoro fatto dalla Relapse?
Sono molto soddisfatto da quanto fatto dalla Relapse in Europa, mentre sembrerebbe che non riscuotiamo grandi attenzioni in America. Ma ribadisco la Relapse ha fatto un grande lavoro.

Attività live?
Torneremo in Europa quest’estate, credo da Giugno. La speranza è quella di venire anche da voi in Italia.

Le ultime parole famose…
Hey, ragazzi, comprate i cd e i vinili degli Alchemist, e accorrete numerosi ai nostri show!!!!

g.f.cassatella

Intervista originariamente pubblicata su www.rawandwild.com nel 2008 in occasione dell’uscita di “Tripsis”.
http://www.rawandwild.com/interviews/2008/int_alchemist.php

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...