BlackViolence – Violenza nera!

Su Overthewall ospite di Mirella Catena il trio italiano BlackViolence, da poco fuori con il nuovo album “Extinction Control” (Wormholedeath).

Il genere che proponete è un mix tra il thrash metal europeo più potente e l’industrial americano. Quali credete siano le band che vi hanno più influenzato nel vostro percorso musicale?
Rafé: Per me Marilyn Manson.
John: Per me se parliamo di metal/industrial Rammstein, se rimaniamo sull’hard rock Motley Crue.
Anthony: Jimi Hendrix per quanto riguarda il passato; se parliamo di un discorso più moderno i Rammstein.

Dal 2017 ad oggi avete pubblicato un MCD e due album dimostrando di essere una band con un’elevatissima vitalità compositiva, qual è il segreto, se si può svelare, per poter raggiungere tali risultati in così poco tempo?
Beh, noi abbiamo un modo particolare di comporre: il vino non manca mai! ahah. Diciamo che per noi è una fortuna essere uniti sia nelle decisioni sia sul dal farsi in generale. Gran parte delle composizioni le dobbiamo ad Anthony il nostro genio del male.

In “Traum (Nein)” vi siete avvalsi della collaborazione di un grande artista come NeroArgento e in “Lucifer’s Way” addirittura di Derek Sherinian, probabilmente uno dei migliori tastieristi e pianisti esistenti nel panorama rock-heavy attuale. Da dove nasce l’esigenza di queste collaborazioni?
Rafé: Allora diciamo che non è stata tanto una questione di esigenza; qualche anno fa ho conosciuto NeroArgento sul set di un video di Rovazzi (genere totalmente offside). Da lì a poco abbiamo scoperto di esserci già visti in un precedente concerto dei BlackViolence; ci siamo trovati subito in sintonia quindi non è stato poi così difficile capire che sarebbe finito a curare gran parte del lato sonoro dell’album. Per quanto riguarda Derek è stato un caso o fortuna.
Ricordo che un pomeriggio ero tranquillo a casa quando noto negli spam di Instagram un messaggio di un nome familiare. Il pomeriggio arrivato in studio decido di far leggere il messaggio a John che ha avuto una reazione che mi ha confermato tutto.

“Bloody Bride”, singolo di lancio del nuovo album “Extinction Control”, è accompagnato da un video-clip molto particolare dove amore e morte vivono in un connubio quasi indissolubile. Chi è l’autore della sceneggiatura e perché avete deciso di affrontare questa tematica?
Questo brano è un po’ il nostro cavallo di battaglia, oltre che essere il brano che divide l’album a metà. Non è stato difficile stendere una sceneggiatura poiché noi a differenza di altre band quasi sempre ci facciamo prima un’idea visiva che musicale. In questo video abbiamo avuto anche il piacere di collaborare con @TwistedEye.photography (Caitlin Stokes) per le riprese della storia.

Il vostro nuovo album verrà pubblicato dalla Wormholedeath, etichetta discografica che abbina una strategia di presentazione sul mercato internazionale di bands non sicuramente mainstream, quindi underground, con un apparato promozionale e di distribuzione che garantisce una diffusione del prodotto in tutto il mondo. Come siete entrati in contatto con una realtà cosi stimolante e professionale?
Qui torna in gioco NeroArgento in quanto noi avevamo già avuto delle proposte interessanti da varie etichette; un pomeriggio d’estate poco prima di prendere una decisione mi consiglia di contattare quest’etichetta nonostante lui non avesse avuto esperienze “lavorative” con la WormHoleDeath. Da lì a poco ho ricevuto una risposta, poi successivamente una chiacchierata con Carlo ed ora eccoci qui.

Diamo i vostri contatti sul web a chi ci ascolta da casa?
Potete trovarci su Facebook, YouTube e Instagram. Probabilmente a breve anche su Bandcamp dove pubblicheremo special tracks.

A voi l’ultima parola!
Stay tuned, stay in touch, We are BlackViolence!

Ascolta qui l’audio completo dell’intervista andata in onda il giorno 6 Dicembre 2021.

Scream3Days – Scintilla divina

Tornano con un nuovo album su Overthewall, per parlare di “Rhesus Negative” (WormHoleDeath), gli Scream3Days. Con noi jKross, leader e portavoce della band.

Bentornato, Fulvio!
Ciao Mirella, è un vero piacere avere l’occasione di scambiare di nuovo due chiacchiere con te! Ovviamente, un saluto anche a tutti i lettori e amici

Gli Scream3days si formano a Torino da un’idea tua e di Alexxx già nel 2010, dopo esperienze con altre realtà. Da cosa è partita l’esigenza di creare una nuova band?
Io e Alexxx, oltre a essere grandi amici, collaboriamo musicalmente da quasi 22 anni, quindi posso dire che ci conosciamo da una vita. Nel 2010, dopo lo scioglimento della band in cui militavamo in quel periodo, abbiamo deciso di concentrarci su un progetto musicale che ci rappresentasse in pieno e quindi abbiamo creato gli Scream3days

Già l’anno dopo esordite come Scream3 Days con un mini album che vi servirà come biglietto da visita per le successive collaborazioni e poco dopo Andrea Signorelli fa ingresso nella band portando un decisivo contributo e far sì che due anni dopo uscisse il vostro primo full length “Kolera 666”, che riscuote un ottimo successo. Ci parli di quel periodo?
Esattamente, “The House Without Windows” è stato composto, registrato e pubblicato in un brevissimo periodo, quindi risente sicuramente di questa volontà frenetica de entusiastica di farsi conoscere al mondo musicale! Ovviamente siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto perché rappresenta a pieno ciò che eravamo in quel periodo, ma poi ovviamente uno cresce e rimembra il passato con un timido sorriso. L’ingresso nella formazione di un musicista di grande esperienza come Andrea Signorelli, con noi come Kahlenberg, è stato sicuramente un avvento positivo, non è scontato dirlo, perché ci ha permesso di crescere notevolmente sia in ambito compositivo che in fase di esecuzione dal vivo.

Citiamo la band al completo?
Con vero piacere: Alexxx – chitarre ritmica e solista, C.i.t.t.e – chitarre ritmica, Unas – batteria, Kahlenberg – basso e J.Kross – voci.

Nel 2019 è la volta di “Rhesus Negative”. Quanto è durata la gestazione dell’album?
Molto poco, la realizzazione di “Rhesus Negative” nasce da una decisione folle! Nel giugno del 2018 riceviamo una risposta positiva da parte del produttore Simone Mularoni  per potere mixare e masterizzare un nostro nuovo album presso i Domination Studio ma l’unico periodo disponibile sarebbe potuto essere Ottobre 2019. Ci siamo guardati negli occhi e abbiamo detto… facciamolo! Il problema da risolvere? In tasca avevamo solo qualche riff di chitarra e zero linee vocali ah ah ah! Però dai è andata bene anche se devo dire che è stato un anno particolarmente stressante ah ah.

Quali sono i punti di forza di “Rhesus Negative”?
Credo che i punti di forza di “Rhesus Negative” siano parecchi: suono potente, melodie di chitarra accattivanti e quell’evocatività oscura tutta italiana

Avete fatto sicuramente in tempo a promuoverlo dal vivo, visto poi che a febbraio le restrizioni governative hanno vietato gli spettacoli dal vivo. Come vivete questo periodo?
Artisticamente è un periodo molto frustrante perché avere un nuovo album in uscita e non poterlo presentare live è sicuramente penalizzante però è anche vero che poi il pensiero va a chi combatte in prima linea per curarsi e curare coloro che sono stati infettati dal Covid19 e quindi mestamente crediamo che il nostro stato d’animo sia l’aspetto minore di questo periodo difficile.

Il lungo e ripetuto lockdown si ripercuoterà sui vostri futuri lavori discografici? Ne parlerete nei vostri brani e state già lavorando a qualcosa di nuovo?
La fase compositiva del nuovo album ha già avuto inizio, Alexxx e C.i.t.t.e. sono costantemente al lavoro su nuovi riff di chitarra e tempi di batteria quindi sicuramente il lockdown non influisce sotto quell’aspetto e posso dirti tranquillamente che anche per la scrittura dei testi non mi sento influenzato da questo periodo, abbiamo le nostre tematiche e rimarranno le medesime anche sul nuovo lavoro.

Dove i nostri ascoltatori possono seguirvi sul web?
https://www.facebook.com/Scream3Days/
https://www.instagram.com/scream3days/p/BZd4Vd3hLGQ/
https://www.youtube.com/channel/UC3mHmI2varjgeME4pJ14wKA
https://open.spotify.com/album/0gv7JtVeoIGAZx2qZHYPDv

Grazie di essere stato con noi
Grazie a te Mirella! Invito tutti i lettori ad ascoltare  “Rhesus Negative” e a seguirci sui nostri canali ufficiali per essere sempre aggiornati sulle nostre prossime mosse promozionali ! A presto.

Trascrizione dell’intervista rilasciata a Mirella Catena nel corso della puntata del 16 Novembre 2020 di Overthewall. Ascolta qui l’audio completo: