David Reece – Book of lies

ENGLISH VERSION BELOW: PLEASE, SCROLL DOWN!

David Reece (Accept, Bangalore Choir, Bonfire, Sainted Sinner) a pochi mesi di distanza dalla pubblicazione del suo album solista, “Cacophony of Souls”, è di nuovo fuori con un disco, “Blacklist Utopia” (El Puerto Records). Una fotografia senza fronzoli della realtà odierna.

Ciao David, “Blacklist Utopia” uscirà il 29 ottobre: ​​quali sono le tue sensazioni?
Saluti, beh, i miei sentimenti sono molto positivi per l’album. Sento davvero che abbiamo scritto e registrato un grande album e un grande seguito per “Cacaphony of Souls”.

Cosa significa veramente “Blacklist Utopia”?
E’ il modo in cui avverto il mondo intorno a me, specialmente i social media. Se hai un’opinione diversa da quella di un’altra persona, il tuo dissentire automaticamente viene definito con epiteti terribili. Se sei d’accordo, c’è un altro soggetto con opinioni differenti che ti attacca. Ho sempre pensato che un sano dibattito porti risultati positivi nella vita. Non tutte le aggregazioni hanno ragione su tutto. Quindi la mia interpretazione del titolo è che tipo di utopia cercano tutti? E quando gli viene detto che questa è utopia, ne saranno felici o verranno inseriti nella lista nera da altri?

Hai una lista nera personale?
No.

Quanto è stato importante Andy Susemihl per questo album?
Con Andy ho un legame musicale vero ed è mio amico da oltre 30 anni. Ha anche prodotto e mixato questo album e di nuovo Matt Fleischmann l’ha masterizzato al Mattsmix, sono tutti gli elementi funzionano molto bene insieme.

Ti piace lasciare liberi i musicisti che collaborano con te o preferisci avere tutto sotto controllo?
In realtà, in questo album il nostro bassista Malte Frederik Burkert ha scritto la maggior parte delle canzoni. Non ero davvero consapevole di quanto fosse talentuoso come cantautore fino a quando durante il Covid non ha iniziato a inviare demo e ho pensato wow! Questo ragazzo sa scrivere! Quindi ho trovato davvero facile collaborare con lui. E no, sento che tutti coloro che contribuiscono con le idee costruiscono di certo una canzone più forte, quindi do il benvenuto a tutti durante il processo creativo. Anche Jimmy Waldo e Roland Grapow hanno contribuito ad alcune canzoni.

In questo album c’è un tocco di Italia, Francesco Jovino alla batteria. Andrea Gianangeli è stato il batterista del tuo precedente album solista, “Cacophony of Souls”. Perché preferisci i batteristi italiani?
Sembra che io abbia con i batteristi italiani un ottimo feeling? Ho suonato con Francesco un paio di volte e ho sempre voluto realizzare qualcosa con lui, ha un grande talento.

È questo il tuo album più politico?
Politico? Beh, ci sono “Highway Child”, “Red Blooded Hell Raiser” e altri. Non sarei onesto se non ammettessi che sto esprimendo alcune delle mie opinioni politiche nei testi, ma come non potrei? Con quello che ho visto con il Covid, le elezioni, le rivolte e il fatto che ogni segnalazione che ricevi è di un’opinione diversa e fa sì che una persona si chieda cosa sia reale e cosa no, ovviamente sono stato colpito da tutto ciò e lo sono ancora.

La Bibbia è il libro delle bugie?
No, quella canzone in realtà parla di qualcuno che dice qualcosa e ne fa un’altra. Prima mi hai chiesto se avevo una lista nera, credo che tutto quello che posso dire è che non sopporto i bugiardi.

Hai realizzato il tuo sogno americano?
Sì, in molti modi, guarda la mia vita. Un Mr nessuno che si è ritrovato negli Accept e ha avuto la fortuna di continuare a cantare, scrivere e fare interviste con persone come te. Sì, ho vissuto e sto vivendo il mio sogno.

Ripensandoci, hai dei rimpianti?
Ovviamente, non li abbiamo tutti? Se non hai rimpianti, non sei onesto, ma è ciò che impari da quei rimpianti è che ti danno la possibilità di scegliere come migliorare te stesso e andare avanti.

Siete pronti a tornare in scena dopo l’emergenza pandemica?
Oh Dio, mi manca così tanto! È il motivo principale per cui sono nel circo del rock ‘n’ roll, l’empatia dal vivo è indescrivibile. Non vedo l’ora di tornare di nuovo alla normalità.

David Reece (Accept, Bangalore Choir, Bonfire, Sainted Sinner) a few months after the release of his solo album, “Cacophony of Souls”, is back out with a new record, “Blacklist Utopia” (El Puerto Records). A no-nonsense photograph of today’s reality.

Hi David, “Blacklist Utopia” will be released on October 29t: What are your feelings?
Greetings, well my feelings are very good about the album. I really feel we’ve written and recorded a great album and a great follow up to “Cacaphony of Souls”.

What does really mean “Blacklist Utopia”?
For me it’s myself watching the world around me especially social media. If you have a different opinion than another your automatically attacked being called terrible names etcetera. If you agree there is another element of opinions attacking you. I’ve always felt a healthy debate brings positive results in life. Not every group is correct about everything. So my take on the title is what sort of utopia is everyone seeking? And when they are told this is utopia will they be happy or blacklisted by others?

Have you got a personal blacklist?
No.

How important was Andy Susemihl for this album?
With Andy I have a real connection musically and as my friend for over 30 years. He’s also again produced and mixed this album and again Matt Fleischmann mastered at Mattsmix so the elements all work so very well together.

Do you like to let the musicians who collaborate with you free or do you prefer to have everything under control?
Actually on this album our bassist Malte Frederik Burkert wrote most of the songs musically. I really wasn’t aware of how  talented he was a songwriter until during Covid he started sending demos and I thought Wow! This guy can write! So I found it really easy to collaborate with him. And no I feel everyone contributing ideas only builds a stronger song so I welcome outside writing and the creative process. Also Jimmy Waldo and Roland Grapow contributed on a few songs.

In this album there’s a touch of Italy, Francesco Jovino on drums. Andrea Gianangeli was the drummer on your previous solo release “Cacophony of Souls”. Why do you prefere the Italian drummers?
It seems Italian drummers have a great feel? I have jammed with Francesco a few times and always wanted to play with him he’s a real great talent.

Is this your most political album?
Political? Well there is “Highway Child”, “Red Blooded Hell Raiser” and others. I wouldn’t be honest if I didn’t admit that yes I am expressing some of my views politically in my lyrics but really? With what I’ve seen with Covid, elections, riots everything and the fact that every report you get is of a different opinion and causes a person to wonder what is real and what isn’t yes. I obviously was affected and I still am by the worlds current affairs.

Is the Bible the Book Of Lies?
No that song actually is about someone saying something and doing another. You asked if I had a blacklist ,personally I believe earlier and all I can say is that I can’t stand liars.

Did you realise your American dream?
Yes, in many ways, look at my life. A nobody thrust into Accept and being lucky enough to continue singing and writing and doing interviews with people like you yes I’ve lived and am living my dream.

Looking back,  do you have any regrets?
Of course don’t we all? If you don’t have regrets your not being honest but it’s what you learn from those regrets that give you choices on how to better yourself and move forward.

Are you ready to back on stage after the pandemic emergency?
Oh God I miss it so much! It’s the main reason I am in rock ‘n’ roll the connection live is indescribable. I cannot wait to get back to normal again.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...