Horna – Spectres from the north

ENGLISH VERSION BELOW: PLEASE, SCROLL DOWN!

I signori del nord, Horna, sono tornati con un disco, Kuoleman kirjo (World Terror Committee), che mostra una riscoperta del passato. A fronte di un presente e, soprattutto, di un futuro con poche certezze, la riscoperta delle proprie radici può essere un’ancora di salvezza.

Benvenuto, Shatraug. Il votro concerto in Italia, al Black Winter Fest di novembre, è stato cancellato a causa del Covid-19, avete riprogrammato il tour?
Finora nulla è stato riprogrammato e certamente sembra che non accadrà troppo presto, il mondo è fuori di giri e non c’è niente che possiamo fare al riguardo, non importa cosa desideriamo, ci tocca aspettare. Torneremo non appena sarà possibile, non ci arrendiamo!

Quali canzoni del nuovo album avreste suonato durante il vostro spettacolo in Italia con Belphegor, Incantation e Necrosy?
Questo non te lo so dire, non siamo andati così lontano nella pianificazione ma, di sicuro, la canzone di apertura, “Saatanan viha”, sarebbe stata eseguita, molto probabilmente con una o due dal nuovo. Tuttavia, poiché questo tour vedeva gli Horna come gruppo di supporto, ci sarebbe stato il problema del tempo e questo sicuramente avrebbe avuto un’influenza sulla nostra scaletta.

Quanto è importante un tour per gli Horna? Solo pochi giorni fa gli Anathema hanno annunciato la propria fine a causa della difficile situazione economica dovuta alla pandemia da Covid 19.
L’agonia mentale è difficile da affrontare, ma dobbiamo continuare a vivere. Non c’è niente che possa sostituire la sensazione di trance che si prova quando si suona dal vivo, non vedo l’ora di poterlo fare di nuovo.

Nel 2019 siete stati oggetto di una campagna antifascista durante il vostro tour negli Stati Uniti, alcune date sono state cancellate. Avete ricevuto un risarcimento per il danno subito?
C’è stato un singolo spettacolo cancellato durante l’intero tour e lo abbiamo annullato da soli in modo da avere un precorso meno stressante tra gli spettacoli. Non abbiamo avuto assolutamente alcun rimborso, così come da nessuna delle altre schifose campagne organizzate da queste pecore.

“Kuoleman kirjo” inizia con il primo singolo dell’album, “Saatanan viha”: questa canzone è l’immagine degli Horna di oggi?
Sì e no. L’aggressività rimane immutata nell’odio dalla nascita di questa band, l’unico fattore di raffinamento è il trascorrere del tempo. Continueremo a fare come ci sentiamo, senza limiti.

Avete cambiato due membri, la nuova formazione è composta da LRH alla batteria e dal bassista VnoM, potresti presentarci questi due ragazzi?
LRH è il fratello di Spellgoth, ben collaudato dal tempo trascorso con molte band precedenti (e attuali), proprio come VnoM. Chiunque fosse interessato può facilmente trovarli su vari siti di informazione, se lo desidera.

Questo album è più contemplativo di “Hengen tulet”, il vostro disco precedente: questo feeling è stata deciso in anticipo o è nato spontaneo durante la scrittura delle canzoni?
Niente è mai deciso in anticipo. Quello che succede, succede. Proprio come non pianifico in anticipo o penso di fare consapevolmente un album migliore del precedente, fa tutto parte dello stesso ciclo e continuum.

Pensi che ci sia una connessione tra questa nuova opera e le tue prime pietre di miliari “Kohti yhdeksän nousua” e “Haudankylmyyden mailla”?
Molto probabilmente. L’unica ispirazione che ho cercato è stata nella ricerca dei tasselli mancanti nei precedenti album degli Horna per riempire quei buchi. Direi che è stato un successo.

In passato hai pubblicato un’edizione su nastro, con una tiratura molto limitata, di alcuni album dei Sargeist, potrebbe accadere lo stesso per alcune vecchie uscite degli Horna o per questo nuovo album?
I primi tre album degli Horna sono già stati pubblicati in edizione limitata su nastro negli ultimi due anni, quindi c’è la possibilità di nuove uscite su cassetta. Nessuna decisione è stata ancora presa al riguardo.

Sei coinvolto negli Horna e nei Sargeist, quando crei come capisci se un riff è per una band o per l’altra?
A volte non c’è differenza, a volte è abbastanza chiara. Tutto dipende dalle band a cui sento istintivamente che il pezzo appartengae, questa è l’unica cosa decisiva.

The lords of the north, Horna, are back with an album, Kuoleman kirjo (World Terror Committee), which shows a rediscovery of the past. In the face of a present and, especially, a future with few certainties, the rediscovery of the roots could be a lifeline.

Welcome, Shatraug. Your date in Italy, at Black Winter Fest in November, was cancelled for the Covid-19, did you rescheduled your tour?
So far nothing has been rescheduled and it certainly looks like nothing is happening too soon either, the world is off it’s hinges and there’s nothing we can do about it no matter how much we want to than wait. We will return as soon as it’s made possible, there’s no surrender about it!

Which songs from the new album would you perform during your show in Italy with Belphegor, Incantation and Necrosy?
This I can’t say, we didn’t get that far in planning but for sure, the opening song Saatanan Viha would’ve been performed, most likely with one or two more from it. However, as this tour was to be with Horna as a support act there would’ve been the issue of time and this certainly would’ve had it’s impact on our set selection.

How is important for Horna touring? Just few days ago Anathema announced their hiatus due the difficult economic situation due the Covid 19 pandemic.
The mental agony is hard to deal with, otherwise we can live on. There is nothing that can replace the trance-like feeling of playing live, just looking forward to being able to do this again.

In 2019 you were object of an antifascist campaign during your US tour, some dates were cancelled.  Did you receive a compensation for the damage suffered?
There was a single show cancelled on the entire tour and we cancelled this by ourselves in favor of having a less stressful travel between the shows. We got absolutely no compensation whatsoever from this, or from any of the dirt campaign laid out by these sheeple.

“Kuoleman kirjo” starts with the first single by the album, “Saatanan viha”: is this song the picture of nowadays Horna?
Yes and no. The aggression remains unchanged in hatred since the birth of this band, the only refining factor is time itself. We will continue to do as we feel like, without limit.

You have changed two members, the new line up consists of LRH on drums and bassist VnoM, could you introduce us this two guys?
LRH is Spellgoth’s brother, well trialed with ages in many previous (and current) bands, just like VnoM. Anyone interested can easily look them up on various sites of information if so chosen.

This album is more contemplative then “Hengen Tulet”, your previous album: this feeling was decided in advance or is born spontaneous during the songwriting?
Nothing is ever decided in advance. What happens, happens. Just like I do not plan ahead or think of consciously doing a better album from previous, it is all a part of the same cycle and continuum.

Do you think there is a connection between this new opus and you first touchstones “Kohti yhdeksän nousua” and “Haudankylmyyden mailla”?
Most certainly. The only inspiration I had was to imagine the missing pieces from previous Horna albums and fill those places. I would say it has been a success.

In the past you released a very limited tape edition of Sargeist albums, could be happen the same for some old Horna releses or for this new album?
First three Horna albums have already been released on limited tape edition during last couple of years so the possibility of new releases on tape are there. No decisions have been made either way.

You are involved in Horna and Sargeist, When you are creating your work how do you understand the one riff is for one band o for the other?
Sometimes there is no difference, sometimes it’s quite clear. It all depends on which bands I FEEL like it belongs to, that is the only decisive thing in my creation.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...